Enter your keyword

Epidurale si o no… racconto di chi ha provato entrambi i tipi di parto;

Epidurale si o no… racconto di chi ha provato entrambi i tipi di parto;

Epidurale si o no… racconto di chi ha provato entrambi i tipi di parto;

Sono una mamma di due bambini stupendi , Manuel e Mathias, nati entrambi con parto naturale.

Per il primo parto ho avuto la fortuna di ridurre i dolori con l’epidurale, per il secondo parto no.

Primo figlio – Parto naturale con epidurale –

Manuel il mio primo bimbo, è nato a 41+1, non si decideva ad uscire, così i dottori decisero di indurre il parto col gel, purtroppo dopo 12 ore di dolori più o meno forti, il bimbo non nacque e i dolori si placarono… dopo due giorni si sono rotte le membrane e dopo 12 ore di travaglio è nato Manuel.

E’ stato un parto bellissimo, perché raggiunti i 5 cm di dilatazione i medici mi applicarono l’epidurale, grazie alla quale non ho provato alcun dolore fino al momento del parto

Ero sempre monitorata grazie al tracciato, il bimbo stava bene, avevo contrazioni al 90% e zero dolori, ricordo che dialogavo e scherzavo con ostetriche e dottoresse, dopo circa 4 ore ero già a 10 cm , sentivo l’esigenza di spingere, ero totalmente riposata e rilassata che in due spinte Manuel è sbucato fuori , un bimbo bello grosso di 4,200 Kg… E’ stato bellissimo e mi hanno dato solo 3 punti.

Secondo Figlio – Parto naturale senza epidurale –

Il mio secondo bimbo, Mathias, cresceva bene all’interno dell’utero e anche per lui il peso stimato alla nascita era oltre 4 Kg, così mi ricoverarono per iniziare l’induzione con fettuccia;

Il parto è stato indotto con la fettuccia, una piccola fascetta che si applica nel collo dell’utero ed emana una sostanza che fa partire le contrazioni.

La fettuccia è stata applicata nel pomeriggio alle ore 14:00 , dopo un’ora iniziarono i doloretti , sopportabili e non costanti, che si fecero sempre più forti e con intervalli precisi col passare delle ore, a mezzanotte erano davvero forti, chiesi l’epidurale, ma l’anestesista non era nei dintorni perchè impegnato in altri reparti più urgenti, nonostante le mie suppliche non ci fu modo di farla.

Alle 3:15 si sono rotte le acque e sentivo spingere da dietro con una potenza mai vista, mi portarono d’urgenza in sala parto, il bimbo stava uscendo, ma dovevo spingere..

Le spinte senza epidurale erano dolore puro, sembrava di strapparsi la pelle con la propria forza, tutto diverso rispetto al primo parto che invece ogni spinta era una liberazione perché non sentivo alcun dolore ma solo il bimbo uscire…

Mathias è nato alle 3:29 , nonostante il dolore è stato un parto velocissimo e bellissimo anche questo perché è meraviglioso partorire per la seconda volta un altro amore.

Un consiglio che posso dare in base alla mia esperienza è;

FATE L’EPIDURALE! Perché soffrire come un cane se la scienza ormai ha fatto passi avanti????

So di molte donne che per scelta non fanno l’epidurale perché vogliono sentire il dolore… beh fate come credete ognuno è libero di fare ciò che vuole del proprio corpo, ma io che le ho provate entrambe dico che è meglio l’epidurale perché arrivi al momento del parto piena di energie per spingere e soprattutto le vere energie ti servono quando il bimbo è nato perché poi vi attenderanno nuove sfide ….. allattamento, notti in bianco e stanchezza continua… ma di questo parleremo nei prossimi articoli 🙂

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *